Yoga, questo sconosciuto

Di yoga in questo periodo si sente parlare moltissimo. Sicuramente conoscete qualcuno che lo pratica, e anche cantanti e attori famosi sembrano esserne innamorati. Di leggende metropolitane, poi, ce ne sono moltissime e questo provoca non poca confusione in chi vorrebbe approcciarsi per la prima volta allo yoga. Questa disciplina orientale, nella forma più diffusa nel mondo occidentale, si concentra su diverse posizioni (asana) da eseguire allo scopo di far confluire l’energia necessaria al benessere psicofisico a tutte le parti del corpo. Detto così sembra affascinante, ma pur sempre molto astratto. Se volete scoprire quali sono i suoi benefici, e perché dovreste iniziare a praticare yoga, continuate a leggere questo articolo.

È accessibile a tutti
Lo yoga è davvero accessibile a tutti, sia in termini di età e forma fisica, che di prezzi. Ci sono, infatti, corsi alla portata di tutti che vengono offerti palestre e associazioni. Non essendo uno sport ad alta intensità, poi, possono praticarlo davvero tutti, salvo rari casi. Vi basterà armarvi di tappetino e di una tenuta comoda.

Fa bene alla postura
Se avete problemi di postura, praticare lo yoga con costanza potrebbe davvero essere un toccasana per voi. Le varie posizioni da assumere rafforzano, infatti, la colonna vertebrale e i muscoli addominali. In ogni caso, se pensate di avere problematiche gravi, assicuratevi di parlare con un professionista prima di iniziare.

Allevia lo stress e vi libera dalle preoccupazioni
Se praticato correttamente e con costanza, lo yoga può essere un valido alleato contro lo stress quotidiano. Questa disciplina insegna, infatti, ad incanalare le vostre energie e a concentrarvi sulle vostre attività di tutti i giorni, piuttosto che sulle preoccupazioni.

Rafforza il sistema respiratorio
Come sicuramente già saprete, la respirazione è uno dei punti chiave dello yoga. Ciò significa che i vostri polmoni si manterranno in costante allenamento e, dopo un periodo di pratica costante, si rafforzeranno.

Vi aiuta a mantenervi giovani
Dopo tutto ciò che è stato detto, è facile capire perché lo yoga sia così tanto apprezzato anche nel mondo occidentale. Inutile dire che, grazie a tutti i suoi benefici, svolge un ruolo importantissimo nel rendere il corpo e la mente più longevi.

Come sentire meno fatica durante la corsa

Se avete appena iniziato a correre conoscerete sicuramente bene il senso di fatica che vi assale dopo anche solo un minuto di attività fisica. Questo è vero soprattutto per chi non pratica sport da diverso tempo o per coloro che hanno problemi di sovrappeso od obesità. È vero, infatti, che per sviluppare una certa resistenza ci vuole diverso tempo e, ancora più importante, costanza nell’allenamento. Ma è anche vero che lavorare sull’aspetto psicologico può senz’altro aiutare a sentire meno fatica durante la corsa. Ecco allora qualche strategia utile a tutti coloro che aspirano a diventare runner, ma si sentono scoraggiati dal senso di fatica tipico di chi ha appena iniziato a correre.

Crea una buona playlist
Decidi in anticipo quanto tempo vuoi dedicare alla corsa e crea una playlist che copra tutta la durata dell’allenamento. Scegli canzoni che ti piacciono e che ti aiutino a mantenere un ritmo costante mentre corri. Con della buona musica nelle orecchie sarà molto più semplice e divertente correre, e non ti renderai nemmeno conto del tempo che passa.

Smettila di guardare l’orologio
Fissare costantemente l’orologio sperando che il tempo passi rischierà di sortire esattamente l’effetto opposto: ti sembrerà che il tempo non passi mai. Concentrati sulla corsa e sulle sensazioni piacevoli che ti provoca, invece che sull’ora.

Rifletti su ciò che di bello ti è accaduto durante la giornata
Perderti nei tuoi pensieri può senz’altro aiutare a far sì che il tempo passi più velocemente. È importante, però, che i pensieri che caratterizzano il tuo allenamento siano essenzialmente pensieri positivi. Non lasciare spazio alla negatività: in questo modo la tua corsa sarà piacevole e sarà più semplice sopportare il senso di fatica.

Concentrati sul paesaggio
Scegli una bella location come teatro dei tuoi allenamenti. Che sia il parco o un percorso lungo al fiume, un bel paesaggio può senz’altro aiutarti a distrarti e non sentirti eccessivamente affaticato durante la corsa. A questo scopo, può essere utile cambiare periodicamente percorso, in modo da avere qualcosa di nuovo su cui concentrarsi correndo. Così facendo, il tempo passerà molto più in fretta!

Il nuoto: perché praticarlo?

Molto spesso si è portati a pensare che il nuoto sia uno sport leggero, soprattutto se paragonato all’attività fisica svolta in palestra. In realtà, non c’è niente di più sbagliato. Anzi, per benefici e intensità il nuoto può essere paragonato ad attività molto più impegnative, come ad esempio la corsa. Ci sono, però, alcune notevoli differenze. Ecco elencati qui di seguito alcuni dei tanti benefici del nuoto. Scommettiamo che, una volta letto questo articolo, anche voi vorrete iniziare a praticarlo.

È un’attività aerobica
Nuotare è un’attività che richiede l’uso di ossigeno, carboidrati e grassi come carburante; ecco perché viene considerato esercizio aerobico. Ciò lo rende perfetto per tutti coloro che desiderano perdere peso. Si calcola, infatti, che 10 minuti di nuoto possano portare a bruciare anche fino a 100 calorie, a seconda dello stile scelto.

È adatto anche a chi ha problemi articolari o di peso
L’acqua è un ambiente perfetto in cui allenarsi per tutti coloro che hanno vari problemi articolari o muscolari, ma anche per chi è in forte sovrappeso o ha problemi di obesità. Infatti, è risaputo che nell’acqua si perde un’alta percentuale di peso corporeo. Ciò è molto conveniente, perché si riduce il rischio di sforzare le articolazioni e, in generale, di infortuni.

È uno sport completo
Come sicuramente saprete già, nuotare è uno sport completo, poiché coinvolge la maggior parte dei muscoli del nostro corpo. Si tratta, quindi, di un modo perfetto per allenare il corpo a 360 gradi.

È più intenso rispetto agli sport tradizionali
L’acqua è venti volte più densa rispetto all’aria, ogni movimento eseguito mentre si nuota richiede uno sforzo molto maggiore rispetto a un movimento analogo eseguito in palestra o all’aperto. Ecco perché nuotando i vostri muscoli si potenzieranno molto di più e il vostro fisico vi ringrazierà.

È ottimo per il sistema respiratorio
La respirazione è largamente coinvolta in questo sport e proprio per questo il nuoto è un’ottima attività per tutti coloro che vogliono rafforzare il proprio sistema respiratorio, inclusi gli asmatici. La piscina è, infatti, caratterizzata da un’alta concentrazione di vapore acqueo.

Sport e ciclo mestruale: un’accoppiata impossibile?

Sono moltissime le donne che ogni mese si pongono la stessa domanda: posso allenarmi durante il ciclo senza sentirmi male? Rispondere a questa domanda può essere piuttosto complicato, anche perché il ciclo mestruale ha un effetto molto diverso su ogni donna. Infatti, mentre alcune si sentono fortemente debilitate durante questi giorni, altre sono in grado di condurre la propria vita normalmente e svolgere qualsiasi tipo di attività.

Come regola generale è possibile affermare che fare attività fisica quando si ha il ciclo non è impossibile. Esistono però alcuni limiti al tipo di esercizio che è possibile svolgere, anche se la percezione dei sintomi rimane comunque soggettiva. Per la maggior parte degli esercizi leggeri, che prevedono uno sforzo minimo, non dovrebbero esserci problemi. Diversa è, invece, la questione quando si parla di resistenza. Questo tipo di attività prevede, infatti, uno sforzo e una concentrazione notevoli, che può essere difficile mantenere durante il ciclo. La maggior parte delle atlete professioniste è senz’altro abituata ad allenarsi anche con le mestruazioni. La donna media, tuttavia, potrebbe avere qualche problema. Ciò non significa che non ci si debba allenare affatto, ma bisognerebbe tenere in considerazione la possibilità di non essere al massimo delle proprie forze.

Qualsiasi sia l’intensità del vostro ciclo mestruale, se scegliete di svolgere attività fisica anche durante qu esti giorni ci sono alcuni accorgimenti che dovreste tenere da conto e che potrebbero evitarvi spiacevoli malesseri. Una regola generale, anche se valida per tutti, è senz’altro quella di bere molto ed eventualmente assumere integratori vitaminici e di sali minerali che possano aumentare il vostro livello di energia. Se possibile, inoltre, sarebbe sempre meglio scegliere di non allenarsi durante i primi giorni del ciclo, poiché sono quelli in cui il flusso è più intenso. Se decidete comunque di allenarvi durante i primi giorni del ciclo, cercate di evitare l’esercizio aerobico.

Se siete atlete professioniste e svolgete attività di resistenza molto di frequente, allora il vostro problema potrebbe essere esattamente quello opposto: l’amenorrea, e cioè l’assenza di ciclo mestruale, dovuto alla bassa percentuale di grasso corporeo, tipica degli atleti.

I benefici della corsa

Con l’arrivo della bella stagione sono sempre di più le persone che decidono di scegliere la corsa come attività fisica quotidiana. Che siate principianti assoluti o runner esperti, la corsa offre a chiunque la pratichi una quantità enorme di benefici. Volete sapere quali? Continuate a leggere questo articolo.

Dimagrire con l’attività aerobica
La corsa è l’esercizio aerobico per eccellenza. Grazie al gran numero di muscoli coinvolti, questo sport, se praticato con costanza, vi permetterà di dimagrire. Infatti, correre prevede che il nostro corpo utilizzi ossigeno, carboidrati e grassi come fonte di energia. Ricordatevi di mantenere una bassa intensità e di correre per almeno 30 minuti.

Migliorare l’attività cardiaca
Proprio perché si tratta di attività aerobica, la corsa è un ottimo modo per allenare il cuore e l’apparato cardiocircolatorio. Essa favorisce, infatti, la vasodilatazione ed è anche particolarmente indicata per chi soffre di ipertensione e per chi ha problemi di colesterolo alto. Insomma, un vero toccasana.

Alleviare lo stress
Correre è un ottimo modo per sfogarsi e scaricare tutto il nervosismo accumulato a casa o a lavoro. Infatti, i benefici psicologici della corsa sono provati, soprattutto per ciò che riguarda l’autostima. La corsa prevede che vi prefissiate di volta in volta nuovi obiettivi e, una volta raggiunto il traguardo, i benefici in termini di sicurezza di sé sono innegabili.

Riposare meglio
Se la notte fate fatica a dormire, dovreste seriamente considerare la corsa come vostra attività fisica principale. Questa, infatti, stimola la produzione di seratonina. Questo ormone è il principale responsabile del corretto equilibrio sonno-veglia. Ecco perché, praticando la corsa con regolarità potrete dire addio all’insonnia.

Rallentare il processo di invecchiamento
La corsa può, inoltre, aiutarvi a invecchiare molto più lentamente. Correre rallenta, infatti, la perdita di massa muscolare tipico dell’avanzare del tempo, assicurandovi una forma fisica invidiabile, qualsiasi sia la vostra età. Oltre a ciò, correre regolarmente potenzia il tessuto osseo e protegge dall’insorgere di patologie molto comuni con l’avanzare dell’età, come l’osteoporosi. Un ultimo beneficio della corsa per chi proprio non vuole invecchiare è la riduzione della produzione dell’ormone della crescita. Insomma, la corsa può davvero allungare la vita!